Home Page
Contatti
 
Cerca in Brindisiweb

 


La Provincia di Brindisi - LATIANO

Le origini di questo centro a circa 23 km da Brindisi sembra coincidere con l’abbandono dell’antica Scannum, attuale zona archeologica di Muro Tenente. Ma si hanno notizie certe solo dopo l’anno di fondazione (1092), quando il normanno Boemondo concesse l’area agli ecclesiastici dell’abbazia di Sant’Andrea (sull’isola prospiciente il porto di Brindisi, oggi Forte a Mare). Nel 1551 il feudo divenne baronia dei Falcone e poi degli Imperiali.

Castello ImperialiIl monumento simbolo di Latiano è l’ex Castello, oggi Palazzo Imperiali, dove le torri quadrate su via Spinelli (foto a lato) conservano l’originale struttura cinquecentesca.
Edificato nel XII secolo come fortezza, ha subito numerosi trasformazioni, in particolare alla fine del ‘600 con il governo di Carlo Imperiali III, marchese di Oria e Francavilla. La famiglia è stata proprietaria del palazzo sino al 1909, quando è divenuta sede del Comune, oggi centro di manifestazioni ed incontri culturali.
Molto interessante il Salone di rappresentanza, con decorazioni e pitture dell'artista latianese Agesilao Flora (1863-1952): in tre riquadri sono rappresentati “Roma”, “Il Salento” e “L’Italia” mentre sulla parte centrale del soffitto è dipinta una allegoria.
Il Palazzo ospita inoltre la biblioteca, la mediateca e il Museo del Sottosuolo, suddiviso in quattro sezioni (Biologia del Sottosuolo, Geologia, Paleontologia gen. e Paleontologia umana - tel. 0831.726338).
Sulla facciata principale da osservare l'elegante balcone in pietra, che si sviluppa sopra il portale d’ingresso ad arco. A destra vi è la chiesetta dell’Immacolata, nata come cappella gentilizia degli Imperiali, all’epoca collegata direttamente al palazzo.

Museo della CeramicaNel centro storico di Latiano, in via Santa Margherita, si innalza la Torre del Solise, l’antica sede municipale (Sedile), una costruzione a pianta quadrata di possibili origini medievali che ha subito numerose modifiche nel cinquecento, come testimoniano le architetture sulle finestre.
Sul lato opposto è ubicata la casa natale del Beato Bartolo Longo (foto a destra), il promotore della costruzione del Santuario di Pompei nel 1876. L’edificio ottocentesco era adibito a frantoio oleario.

Poco avanti l’ex convento attiguo alla cinquecentesca chiesa del SS.Rosario (già Abbazia di S. Margherita - XVI sec.).

Interessante anche il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, (in via Verdi 10) che rappresenta il meglio dell'artigianato provinciale ancora presente su tutto il territorio (ingresso gratuito, apertura: martedì e venerdì 10-12; giovedì e domenica 17-19; apertura anche a richiesta. Info: 0831724431 - 0831729465).

Altrettanto interessante la Casa Museo Ribezzi Petrosillo, in via Ribezzi 1, dove sono esposti alcuni interessanti reperti messapici provenienti dal parco archeologica di Muro Tenente (la famiglia Ribezzi è stata proprietaria di una buona parte dell'area per circa due secoli), e di altre memorie storiche del territorio.
(Apertura dal 1°Ottobre al 30 Giugno: mercoledì e giovedì 10,00-12,00 / 17,00-20,00, sabato - domenica - festivi 10,00 - 12,00. Chiuso il lunedì, martedì e venerdì.
Dal 1° Luglio al 30 Settembre: Mercoledì e Giovedì 10,00-12,00/18,00-21,00 Sabato 10,00-12,00. Giorni di chiusura: lunedì, martedì, venerdì e domenica. Tel 0831.729335 - 725239 - website)

Sembra avere origini antiche (XV-XVI sec.) la chiesa Matrice dedicata a Santa Maria della Neve, dal bel prospetto sobrio; della chiesa originale restano la luce del rosone e la cupola con tamburo ottagonale.
Poco avanti la chiesa del Crocifisso, all'interno del quale è conservato un crocifisso ligneo del XVII secolo molto venerato, e la vicinissima chiesa di Sant’Antonio, realizzata nel XIII secolo e notevolmente modificata durante l'800, qui si trovano le statue dei Misteri.
Prima di uscire dal paese, in direzione Oria, si incontra la bella chiesetta della Madonna della Greca, in passato molto frequentata dai pellegrini, dal caratteristico campanile di gusto arabeggiante.

Un km più avanti il Santuario di Santa Maria di Cotrino che si compone di una chiesa realizzata in epoca recente (foto a lato) e dall’antica cappella del 1627, ampliata nel 1856. All’interno è conservata l’affresco di gusto bizantino della Beata Vergine Maria (XIV sec.).
Secondo il racconto popolare il quadro fu ritrovato nel 1607 da una contadina lucana guarita da una grave malattia dalla Madonna, che poi l’aveva guidata sino a Cotrino dove, immersa tra i rovi, ritrovò l’immagine mariana.
L’attiguo monastero dei frati benedettini cistercensi, custodi del santuario, è del 1915.

E' nato a Latiano 29 luglio 1863 da una famiglia di artisti Agesilao Flora, maestro d’arte, pittore e decoratore di indiscusso valore tra l'800 ed il 900. fu anche fondatore del partito socialista in Puglia (biografia).

DINTORNI
Fuori dal centro abitato, a soli 3 km da Latiano, vi è il parco archeologico di Muro Tenente, ricadente in parte nell'agro di Mesagne. E' riconoscibile dal ciglione che lo recinge per un perimetro di circa tre chilometri, ovvero l'antica cinta muraria del villaggio messapico, che racchiude un’area di oltre 50 ettari interessata dagli scavi archeologici avviati negli anni '90 e curati dal prof. J. Gert Burgers dell'Università di Amsterdam.
» Scheda completa del Parco Archeologico di Muro Tenente

Il contrada Grottole (direzione S.Vito) vi è la cripta di Sant'Angelo con tracce di affreschi sulle pareti risalenti al XIII e XIV secolo. Nella zona altre grotte, non affrescate, lasciano immaginare che l’area poteva essere un insediamento rupestre.

Fotogallery - clicca per ingrandire
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Foto
1 - Palazzo imperiali e chiesa dell'Immacolata (a sinistra)
2 - Palazzo Imperiali. Sala Agesilao Flora
3 - Palazzo Imperiali. Cortile interno
4 - Torre del Solise
5 - Ingresso all'ex convento del SS.Rosario
6 - Chiesa del SS. Rosario
7 - Chiesa Matrice
8 - Chiese del Crocifisso (sin.) e di S.Antonio (des.), al centro statua del beato Bartolo Longo
9 - Chiesa della Madonna della Greca: particolare del campanile
10 - Chiesa antica di S.Maria di Cotrino
 
VIDEO
Latiano - Palazzo Imperiali
da "Terre del Salento" (TeleRama) 13.05.2011
Link:
» Sito Ufficiale del Comune
» Sito Casa Museo Ribezzi Petrosillo
» Sito della Biblioteca Civica "G. De Nitto" di Latiano
» Sito del Parco Archeologico di Muro Tenente

Non è consentito l'utilizzo dei testi e delle immagini senza autorizzazione


Print Friendly and PDF

English version

Brindisi på dansk

Come arrivare e muoversi
 



Partnership

Brindisiweb è un'idea di Giovanni Membola Crediti Copyright Contatti