Home Page
Contatti
 
Cerca in Brindisiweb

 

Monumenti: PALAZZO TITI


Palazzo Titi su Corso Garibaldi - 1950 circa

La foto mostra in primo piano un bel palazzo che non c´é piú. Non era molto antico, ma giá nelle foto dei primissimi anni del 900 vi appare, e non nuovissimo, tutto intero il suo pianterreno, nato quindi a fine ottocento e che pertanto avrebbe avuto oggi molto piú di cent´anni.
Sullo sfondo di una di quelle vecchie foto del 1925, risalta una grande insegna nera orizzontale distribuita aldisopra dei due archi della facciata che dá verso il giardino e che recitava a stampatello “Provveditoria Adriatica” mentre in primo piano risalta il grande giardino perfettamente recintato da quell´inferriata che é ancora ben visibile anche in questa foto.
Un giardino appartenente ai terreni della stazione ferroviaria di Brindisi Marittima.
Non esisteva Via del mare, ed al suo posto scorrevano appunto i binari della Stazione. Il giardino aveva al suo interno una fontana con vasca circolare di discrete dimensioni con una rocca al centro dalla quale zampillava un getto d´acqua. Un giardino praticamente ubicato di fronte a “li giardinetti”, con il Corso Garibaldi tra i due.

Tornando al palazzo della foto, si tratta di Palazzo Titi, dal cognome della famiglia che ne era proprietaria, ed il cui secondo piano in bello stile Liberty deve essere stato edificato verso la fine degli anni ’20.
Sul balcone centrale della facciata che da su Corso Garibaldi, vi fu anche apposto lo scudo greco durate i tanti anni in cui vi rimase insediato il Consolato della Grecia.

L´edificio a forna di rettangolo abbastanza allungato, occupava tutto l´intero isolato, tra quella che successivamente doveva diventare Via del mare ed arrivando in fondo sulla Via De Flagilla. Via del mare in effetti, allineata con Via San Francesco, occupa una buona parte di quello che fu il giardino descritto, mentre il resto dello stesso giardino veso il mare é occupato dall´edifico della Stazione Marittima la cui costruzione fu completata nel 1940.
Il Palazzo Titi peró sopravisse al giardino di parecchi anni, fino a quando, intorno ai primi anni ’60, fu demolito per fare posto al grande edificio residenziale che tutt´ora esiste e che al pianterreno e piani rialzati é adibito locali commerciali ed uffici vari.

Anche le costruzioni che nella fotografia si intravedono essere di fronte al Palazzo Titi, sull´altro marciapiedi del Corso Garibaldi, non ci sono piú e furono anch´esse demolite per costruirvi altrettanti edifici, in questo caso comunque si trattava di costruzioni relativamente modeste e senza alcun pregio architettonico.

Testo di Gianfranco Perri
Pubblicato sul quotidiano Senzacolonne 6 Maggio 2012

Note storico-architettoniche redatte da Gianfranco Perri a commento delle foto pubblicate su Facebook e su Senzacolonne, il quotidiano del Salento.

Documenti correlati
» I giardini della stazione marittima
» Luoghi e monumenti scomparsi

Print Friendly and PDF

English version

Brindisi på dansk

Come arrivare e muoversi
 



Partnership

Brindisiweb è un'idea di Giovanni Membola Crediti Copyright Contatti