Home Page
Contatti
 
Cerca in Brindisiweb

 

LIBRI E GUIDE

FUORI DALLE GABBIE
di Donato Peccerillo

Dettagli del libro
Titolo: Fuori dalle Gabbie
Autori: Donato Peccerillo
Editore: Hobos Edizioni
Anno di edizione: 2010
Prezzo di copertina: 14 euro

Quando si parla del biennio 1968 – 1969, è senso comune considerare il '68 l'anno degli studenti o meglio ancora della "contestazione studentesca", mentre il '69, è ritenuto l'anno degli operai, anche più noto come l'anno "dell'autunno caldo", e dell'inizio della strategia della tensione (da piazza Fontana in poi).
Ma ad osservare i fatti e le relative cronache locali, questo schema generale di distinzione tra l'anno degli studenti e l'anno degli operai, pare non funzionare, e non tanto perchè il '68 non abbia visto mobilitati, in città, gli studenti, ma a Brindisi è anche e sopratutto l'anno di grandi lotte operaie. A ottobre del 1968, con oltre un anno di anticipo rispetto al glorioso "autunno caldo", i lavoratori dell'industria operanti nel "polo chimico" della Montecatini entrarono in lotta per l'abolizione delle "gabbie salariali" e per rivendicare l'applicazione del punto unico di contingenza. Una iniziativa che identica a quelle attuate in molte parti del Sud e che coinvolgeva tutta la giovane classe operaia dei vari "poli di sviluppo" meridionali.
Questa anticipazione di lotta operaia a Brindisi, così come in molte altre parti del Sud, è spontanea, non spiegabile attraverso le interpretazioni politiche e sociali allora usate, essa infatti non può contare su una esperienza ed una a tradizione sindacale simile a quella delle realtà industriali del settentrione, e nemmeno può fare conto delle varie culture politiche che alimentavano il sindacalismo in rapida evoluzione del Nord, tra la fine degli anni Cinquanta e gli anni Sessanta.
Il "movimento contro le gabbie salariali" è perciò anomalo rispetto a ciò che nello stesso periodo sta maturando dentro la parte più evoluta del movimento sindacale che forse ha diversi limiti di determinismo e di gradualismo, per cui ciò che è avanzato e ciò che è arretrato coincidono con il Nord e con il Sud senza alcuna o altra mediazione.
Il movimento sindacale nel Paese sta provando a sviluppare la sua presenza nel più grande ciclo di lotte e di organizzazione mai visto, l'anomalia che fuoriesce dagli schemi della contrattazione nazionale o aziendale è guardata con molta diffidenza, quasi nessuno l'ha previsto, e ciò che non è prevedibile crea disagio, soprattutto se l'imprevisto viene da Sud.
Le lotte per la gabbie sono l'imprimatur del sindacato industriale nel Mezzogiorno, la specificità distintiva. Senza questa battaglia di uguaglianza vera, i contenuti della contrattazione sindacale nelle realtà industriali del Sud sarebbero stati solo parole prive di contenuti pratici.
È anche la prima volta del "lavoro sociale", inteso come attenzione e messa insieme di molte persone, esso viene inventato in quegli anni in molte parti del Paese oltre che a Brindisi. Quel tipo di "lavoro politico" ha le sue specificità: la lotta contro la disuguaglianza salariale tra Nord e Sud è all'origine del bisogno di riscatto di una generazione di lavoratori e militanti.
Dalla ricostruzione svolta nella ricerca di Donato Peccerillo, anche attraverso fonti archivistiche, documenti inediti e testimonianze di protagonisti, emerge anche una originalità di percorso e di maturazione della classe dirigente sindacale locale per giungere agli stessi risultati del sindacalismo nazionale in materia di grandi battaglie sulle riforme e di unità sindacale.
Non è un caso che i gruppi dirigenti sindacali locali formatisi in quelle esperienze e maturati poi negli anni Sessanta e Settanta, abbiano avuto, a ragione, un'alta consapevolezza della propria funzione ricoprendo anche incarichi di primaria responsabilità.

Donato Peccerillo, brindisino, dipendente di una industria aeronautica, è stato dirigente sindacale dei metalmeccanici. Per molti anni è stato segretario provinciale e regionale della Fim Cisl. Ha fatto politica attiva sin dalla giovane età nei gruppi della sinistra extraparlamentare, rimanendo gravemente ferito a seguito di una aggressione fascista. E' stato anche dirigente dei Democratici di Sinistra.

« Indietro

English version

Brindisi på dansk

Come arrivare e muoversi
 



Partnership

Brindisiweb è un'idea di Giovanni Membola Crediti Copyright Contatti