Home Page
Contatti
 
Cerca in Brindisiweb

 

LIBRI E GUIDE

RISPICATORI
di Francesco Libardo

Dettagli del libro
Titolo: Rispicatori - Poesie in vernacolo brindisino
Autori: Francesco Libardo
Stampa: Minigraf - Brindisi
Anno di edizione: 2004
Pagine 103
Prezzo di copertina: 8,00 euro

Prefazione al libro di Ennio Masiello
A distanza di qualche anno dalla pubblicazione del suo primo libro di poesie, "L 'oro ti Brindisi", Franco Libardo ha dato alle stampe questo secondo volume dal titolo emblematico di "Rispicatori", cioè "Spigolature", quasi a voler mettere in evidenza una ricerca attenta e puntigliosa dell'Autore fra le pieghe più recondite degli usi, delle credenze, delle superstizioni della nostra gente, ricerca non disgiunta da una distaccata ironia, che non sfocia mai, però, nell'invettiva violenta e fustigatrice della satira.
Incontriamo nei versi di Libardo esperienze e personaggi della nostra vita quotidiana, che sono però comuni ad ogni altro piccolo centro, e questo dona loro un respiro più ampio e meno provinciale.
Aleggia, in ogni composizione, una indulgenza bonaria e affettuosa, anche quando vengono messi in risalto difetti personali o collettivi, sia che si tratti di sapide osservazioni su aspiranti e sprovveduti ballerini, come ne "La scola ti ballu" o sulla celebrazione di un matrimonio, come in "Brindisi alli sposi", sia che si sfiori la critica politica o di costume, come in "Iu sinducu" e "Festa ti Partitu".
Ne va sottaciuto che, in confronto al primo libro di poesie, Libardo, facendo tesoro della passata esperienza, mostra una cura particolare per le trascrizioni lessicali dei fonemi e per l' osservanza delle regole metriche che donano ai suoi versi una diversa armonia e li rendono più gradevoli alla lettura ed all'ascolto, senza nulla togliere però, e questo è il suo grande merito, alla spontaneità dell'ispirazione, che è e resta di natura popolaresca, anche quando tratta temi di carattere romantico o di natura sociale.
Ciò che più colpisce, anche in questa seconda fatica, è il senso di nostalgia e di rimpianto di Libardo, peraltro comune a tutti i poeti dialettali, per un tempo passato e forse non mai esistito che viene sublimato dalla dolcezza del ricordo.

« Indietro

English version

Brindisi på dansk

Come arrivare e muoversi
 



Partnership

Brindisiweb è un'idea di Giovanni Membola Crediti Copyright Contatti