Home Page
Contatti
 
Cerca in Brindisiweb

 

Brindisini illustri - GIANMARIA MORICINO

E' stato uno dei principali storici della città, una passione che prendeva spunto per l'amore verso la terra natia e per la vastità della sua cultura ed ingegno.
Nasce nel 1560 da Gianfrancesco e Teodora Taccone, sorella del poeta latino Nicola. Si dedica sin da giovane agli studi di scienze e letteratura, ma anche di filosofia, poesia, teologia, medicina e fisica, guadagnandosi la stima e l'ammirazione dei letterati del suo tempo. Ha insegnato alcune di queste materie a Mesagne e Monopoli, dove ha anche professato la medicina.
E' sua la prima storia di Brindisi dalle origini al 1604, intitolata "Antichità e vicissitudini della Città di Brindisi", un'opera paziente frutto di ricerche svolte negli anni in diverse biblioteche.
Il manoscritto non fu mai pubblicato ma, secondo l'opinione di molti studiosi, è stata la fonte di ulteriori studi di veri e propri plagi da parte di altri autori. Uno di questi è stato il padre carmelitano Andrea Della Monaca, che pubblicò nel 1674 una memoria storica della città che riproduceva fedelmente lo scritto del Moricino.
La sua più grande gioia era l'unico figlio Francesco, avviato agli studi letterali, quando appena sedicenne morì cadendo da un gelsomoro; la perdita gli causò un profondo dolore e lo avvicinò ulteriormente alla religione cristiana. Fece costruire nella chiesa di San Paolo una cappella intitolata a S.Francesco, destinata ad essere il sepolcro del figlio (foto a lato), dove anche lui fu sepolto alla fine dei suoi giorni (1628).

Print Friendly and PDF

English version

Brindisi på dansk

Come arrivare e muoversi
 



Partnership

Brindisiweb è un'idea di Giovanni Membola Crediti Copyright Contatti